Author avatar
Rainer Maria Rilke

(1875-1926) Nacque a Praga, ma non amò il suo paese d’origine e non ne usò mai la lingua, scrivendo solo in tedesco e in francese. Trasferitosi nel 1896 a Monaco di Baviera e di qui a Berlino, dove si legò di grande amicizia con la scrittrice Lou Andreas Salomè, figura centrale della vita culturale dell’epoca, viaggiò con lei per due volte in Russia, incontrandovi Tolstoj e restando profondamente impressionato dalla religiosità di quel popolo. Nel 1901 sposò la scultrice Clara Westhoff, da cui ebbe una figlia, Ruth; ma se ne separò quasi subito per riprendere a viaggiare in Francia (del 1902 è il primo dei suoi numerosi soggiorni parigini), Italia, Danimarca, Svezia. Nel 1905-1906 visse a Meudon, presso Parigi, lavorando come segretario di Auguste Rodin, le cui sculture, così come nel 1907 la scoperta della pittura di Cézanne, ebbero un’influenza determinante sull’evoluzione della sua poesia. All’inizio del 1912, ospite nel castello di Duino presso Trieste della principessa Maria Thurn und Taxis, vi compose le prime due Elegie e l’inizio della terza, della nona e della decima; quindi soggiornò a Venezia, dove conobbe e frequentò Eleonora Duse, e viaggiò in Spagna, di cui amò la pittura di El Greco e le città di Toledo e Ronda. Attraversati tra molte difficoltà gli anni della Grande Guerra, dal 1919 soggiornò sempre più spesso in Svizzera, fino a stabilirsi definitivamente nel castello di Muzot, nel Canton Vallese. Qui, nel febbraio del 1922, terminò le Elegie duinesi e compose in pochissimo tempo i Sonetti a Orfeo; e qui morì, di leucemia, il 29 dicembre 1926. Oltre alle Elegie duinesi e ai Sonetti a Orfeo, le sue opere più significative sono il Libro delle immagini (1902), La cantata d’amore e di morte dell’alfiere Cristoforo Rilke (1899-1906), le Nuove poesie (1907-1908) e i Quaderni di Malte Laurids Brigge (1910).

libri di Rainer Maria Rilke
Altro autore
X