Talianka

 10,00

In Stock

Tutto gira intorno a un fucile fabbricato nel Belpaese, che i kosovari chiamano Talianka.Finita nelle mani di un contadino che la custodisce come un feticcio, l’arma diventa osservatrice privilegiata e protagonista assoluta di una narrazione in cui tutto è messo in discussione, persino la Storia. Sullo sfondo di leggi non scritte (il Kanun, il codice d’onore albanese) e persecuzioni militari, il sesso e la guerra, le paure e il bisogno di libertà si mescolano costantemente, fino quasi a sovrapporsi.A metà tra il Decamerone e il Don Chisciotte, questo romanzo si inserisce, con irriverenza e sarcasmo, in quel solco incolmabile tra passato e futuro, tradizione e modernità, regionalismo e globalizzazione che solo gli autori balcanici sanno raccontare così bene.

Traduzione di Iris Hajdari.

Talianka, primo romanzo kosovaro tradotto in Italia, è un romanzo che traccia, con ironia, la storia di una terra troppo complessa per essere raccontata diversamente.

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Talianka”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.